Lazio, Lotito: "Keità? Se non vuole rimanere investirò su altro"

Nella vita ognuno è libero di fare quello che vuole. La nostra volontà è quella di trattenere tutti.

Sui TIFOSI e gli OBIETTIVI - "Ho visto tanti tifosi, è una cosa positiva, sono contento". I risultati non li faccio io in campo, io li faccio fuori. Anche Biglia non era sul mercato.

Silenziosamente dietro Keita pare si aggiri la Juventus, come una fiera: qualcuno maligna che l'esterno avrebbe già firmato un pre-contratto, con la garanzia di arrivare a scadenza. "Non è detto che lui lo sia per la Lazio, dipende da diversi fattori questa cosa". "Ma oggi la societa' ha deciso di non farmi giocare.". Chiedete a Keita, la Lazio ha cambiato politica e ha stabilito che se una persona non vuole rimanere deve andare via.

"Stiamo lavorando per rinforzare la rosa e credo che questa squadra sia più forte di quella dell'anno scorso".

Il senegalese classe '95 è reduce dalla sua miglior stagione a livello personale con un bottino di ben 16 reti in campionato che ha garantito alla Lazio l'accesso in Europa. Ha dimostrato di avere affetto per questa maglia, se lo merita. Continua Lotito: "Bisogna migliorarsi, non serve dire la posizione in classifica". I rapporti tra il presidente e il suo agente sono pessimi e questo ha portato alla rottura. Si profila un testa a testa di mercato tra nerazzurri e bianconeri. I giocatori in questione sono Loyc Remy del Chelsea e Amath Ndiaye dell'Atletico Madrid, rientrato dal prestito al Tenerife. Perdere de Vrij e Keita a zero? È una situazione che può succedere e vedremo se accadrà. La priorità è l'attaccante, su questo non c'è ombra di dubbio. "Ci abbiamo messo un po', ma va dato atto che la mossa sia stata giusta". Keita, in passato, è stato accostato anche al Napoli.

  • Ricardo Clara